Maggio 18, 2019 wppanibus

I grissini piemontesi una panificazione secolare – il pane ad alta digeribilità

L’origine dei grissini è antica e risale al XXVII secolo. L’idea di questi tipo di pane è attribuita al fornaio torinese Antonio Brunero che nel 1679 inventò questo alimento. La nascita dei grissini è riconducibile alla richiesta del medico di corte che intendeva  nutrire il piccolo duca Vittorio Amedeo di Savoia, troppo cagionevole per digerire la mollica del pane.



Tra i grissini più famosi il Rabata‘ e gli Stirati. Quest’ultimo grissino si distingue dal rubatà in quanto la pasta, invece che essere lavorata per arrotolamento, viene allungata tendendola dai lembi per la lunghezza delle braccia del panificatore, il che conferisce maggiore friabilità al prodotto finale.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *